Come lavare bene i denti

Come lavare bene i denti

Uno dei metodi più importanti per la prevenzione di problemi che possono colpire i nostri denti (prima fra tutti la carie, seguita da infezioni, ascessi, pulpiti, ed altre problematiche) è sicuramente una corretta e adeguata igiene orale.

Come lavare bene i dentiAttraverso una buona igiene orale, infatti, possiamo evitare di soffrire di problemi che coinvolgono la nostra bocca, possiamo prevenire le carie, le infezioni, ed ovviamente contribuiamo a mantenere un alito fresco ed un sorriso sempre luminoso e smagliante.

Ma come fare per raggiungere questo risultato? Qual è la tecnica che i dentisti raccomandano per mantenere sempre i denti puliti? In poche parole, come lavare bene i denti?

Esistono alcuni fattori importanti che vanno presi in considerazione per rendere questo metodo preventivo davvero efficace. Vediamo insieme quali sono.

La scelta dello spazzolino

Per lavare bene i denti, occorre sicuramente uno spazzolino adatto: in commercio ne esistono di diversa tipologia, ed in effetti non è facile saper scegliere quello più consono alla propria dentatura ed alla conformazione dei propri denti.

Può essere efficace chiedere consiglio al proprio dentista di fiducia, ma è bene comunque sapere che in molti casi (se non in tutti) lo spazzolino elettrico è di gran lunga migliore dello spazzolino manuale. Lo dicono le varie pubblicità, ma lo confermano anche i dentisti: infatti, lo spazzolino elettrico raggiunge anche i punti più difficili, dove con un normale spazzolino difficilmente riusciremmo ad arrivare.

Per una corretta igiene orale, quindi, è essenziale scegliere uno spazzolino elettrico che ci aiuti a mantenere i nostri denti sempre puliti e privi dei classici residui di cibo che normalmente si depositano tra un dente e l’altro (e che con un semplice spazzolino da denti sarebbe difficile rimuovere).

La scelta del dentifricio

Ovviamente, oltre allo spazzolino anche il dentifricio assume un ruolo fondamentale: infatti, una pasta adatta ai problemi della nostra bocca aiuta a prevenire questi disturbi ed ovviamente mantiene pulito il cavo orale, donandoci una sensazione di freschezza.

Anche in questo caso, è utile chiedere un consiglio al proprio dentista di fiducia: chi soffre di gengive sensibili può adottare un dentifricio specifico per contrastare questo disturbo, ed allo stesso modo chi ha problemi di denti sensibili può scegliere una pasta delicata e adatta a questo problema.

Un consiglio che vale su tutti: è sempre molto importante scegliere un dentifricio che sia il più possibile di ottima marca, e contenente tutti gli elementi fondamentali per la cura del nostro sorriso (e della dentatura).

Filo interdentale e collutorio

Altri due elementi che non devono mancare mai sono il filo interdentale ed il collutorio: il primo serve ad eliminare ogni traccia di cibo dai nostri denti (spesso si possono depositare residui tra un dente e l’altro, e ciò può essere causa diretta di carie) e quindi a dare una sensazione completa di pulizia.

Il secondo, invece, dopo il classico lavaggio dei denti, serve sia per combattere i batteri che possono annidarsi nella nostra bocca nonostante l’uso di spazzolino e dentifricio, sia a contrastare il problema dell’alito cattivo.

Lavare bene i denti con lo spazzolino elettrico e quello manuale

Esistono diversi metodi per lavare bene i denti, metodi che possono variare a seconda che stiamo utilizzando uno spazzolino manuale oppure uno spazzolino elettrico.

Quest’ultimo facilita molto le cose: una volta attivato, basta passare lo spazzolino su ogni dente prestando attenzione soprattutto agli spazi che vi sono tra un dente e l’altro. In questo modo, e completando il lavaggio con il collutorio, siamo certi di ottenere un risultato davvero ottimale per la corretta pulizia dei nostri denti.

Nel caso in cui utilizziamo uno spazzolino manuale (i dentisti raccomandano di cambiarlo ogni tre mesi), secondo i dentisti è necessario spazzolare almeno due minuti, soffermandosi per circa 30 secondi su ogni quadrante della bocca.

Lo spazzolamento deve avvenire sempre attenzione sia alle superfici di masticazione, sia ai punti difficili da raggiungere.

Una volta terminato, è bene pulire tra un dente e l’altro con un filo interdentale e terminare la pulizia con l’uso di un collutorio. In questo modo si otterranno non solo dei denti sempre perfettamente puliti, ma si eviterà anche la formazione di placca e si contrasteranno i problemi di alito cattivo, ottenendo anche un sorriso naturalmente bianco e luminoso.

La dieta ideale per la salute dei denti

Salute dei denti: dieta

Al giorno d’oggi la salute dei denti è sempre più importante: si fa, infatti, moltissima attenzione sia alla bellezza del sorriso (avere un sorriso bianco e luminoso, per esempio), sia ad evitare delle carie che, se non curate correttamente, alla fine potrebbero comportare non pochi danni alla nostra bocca.

Dieta ideale per la salute dei dentiMa esiste una dieta ideale per la salute dei denti?

Secondo diversi studi, alimentazione e salute della nostra bocca hanno un legame molto importante: sia per quel che riguarda le carie (esistono cibi che possono generare problemi di carie), sia per quel che concerne il sorriso, che evitando alcuni alimenti e preferendone altri può essere decisamente più smagliante.

I cibi ideali per la salute dei denti

I cibi ideali per la salute dei denti sono tutti quei cibi che non espongono la dentatura alle minacce più comuni, come ad esempio le carie ed altri problemi simili.

I cibi che contengono vitamine, come la vitamina C e la vitamina E, il manganese, il selenio, il ferro, il manganese, lo zinco, possono essere molto utili non solo per mantenere il nostro organismo sano, ma anche per avere un ottimo rapporto con la nostra dentatura. Questi alimenti, infatti, possono prevenire problemi importanti come gengiviti e piorrea (uno dei problemi più gravi per quel che riguarda la dentatura, visto che se non curata può portare alla perdita dei denti), e consentirebbero di mantenere sana la nostra bocca.

Ma non solo. Se associati ad una corretta igiene orale, essi sono davvero un ottimo punto di riferimento per scongiurare problemi di carie ed altre problematiche legate alla salute dei denti.

Salute dei denti: dietaOltre a questi elementi, il calcio è senza dubbio uno di quelli che davvero non deve mai mancare nella dieta di chi tiene alla salute dei propri denti: è risaputo che cibi come latte e derivati contengono una grande quantità di calcio, il quale protegge i nostri denti da facili rotture e da molti altri problemi.

Anche le verdure ed alcuni tipi di frutta (la mela in primis) possono essere di grande aiuto per mantenere la salute della nostra bocca; bieta, spinaci, insalata, sono tutti alimenti che, stimolando la produzione di saliva, aiutano a mantenere pulita la nostra bocca e quindi prevengono due dei problemi più diffusi, l’alitosi e i denti gialli.

E per mantenere il sorriso sempre smagliante?

Si sa che una delle caratteristiche a cui si tiene di più è proprio il sorriso: per fare in modo che esso sia davvero smagliante, brillante e luminoso, è bene aiutarsi con una alimentazione adeguata, ricca di alimenti che stimolano la produzione di saliva e quindi rendono la nostra bocca sempre pulita.

La mela, il sedano e le carote sono un ottimo alimento, non solo per la salute del nostro corpo, ma anche per quella dei nostri denti: è inoltre risaputo che questi alimenti possono contribuire a rendere il nostro sorriso ancora più luminoso. Essi, inoltre, rinforzano lo smalto dei denti e idratano la bocca eliminando la placca ed il tartaro, spesso considerati nemici numero uno di una bocca profumata e smagliante.